BRUCIATORI | CLASSIFICAZIONE | BRUCIATORI PER FORNI INDUSTRIALI | Contattaci | Links

La Storia dei Bruciatori a Gas

Il Becco di Bunsen

Intorno alla metà del 1800 iniziò ad affermarsi in Europa l'utilizzo del gas per le illuminazioni, i vantaggi legati a questo tipo di combustibile iniziarono subito ad essere evidenti, e fu proprio questo il motivo peril quale venne quasi completamente abbandonato il carbone, lasciando il posto a questo carburante che non procurava polvere nè cenere, non necessitava appositi magazzini per la conservazione, potendo invece contare su una fornitura diretta dalla rete di distribuzione.

Per poter utilizzare senza problemi il gas come carburante, vennero inventate delle specifiche strutture, definite bruciatori. Il modello che riscosse maggiore successo fu quello inventato da Bunsen, ed intitolato in suo onore "Becco di Bunsen".

La struttura di questa inedita invenzione era piuttosto semplice, costituita da un tubo di metallo bucherellato alla base, con un un anello metallico anch'esso forato e posizionato proprio a livello dei fori prima citati. La rotazione dell'anello consentiva l'ingresso dell'aria all'interno del tubo del bruciatore, in modo da dare vita alla combustione e alla formazione della fiamma.

L'utilità e la praticità dei bruciatori Bunsen li rese celebri in poco tempo, negli anni poi, vari furono gli studiosi che si dedicarono alla realizzazione di nuovi modelli di bruciatori, con caratteristiche sempre più efficienti e complete.

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio